Prepararsi al meglio a un programma detox è fondamentale, soprattutto se non vogliamo che non si riveli un fallimento. Qui sotto trovi le 5 regole d’oro per un programma detossinante vincente ed efficace:

  1. Procurati un diario alimentare, esattamente come quello della gratitudine, strumento fondamentale non solo per tenere traccia dei cibi assunti ma anche, o meglio soprattutto, per tracciare i progressi e in passi in avanti. Ti sarà molto utile consultarlo durante i momenti di sconforto!
  2. Evita di rimandare in continuazione l’inizio del programma detox solo perché in freezer conservi ancora gli avanzi del lauto pranzo di Natale. Evita anche la riserva di cibo spazzatura la settimana prima della fatidica data segnata sul tuo calendario. Piuttosto il consiglio è quello di stabilire una data e di giocare d’anticipo, sostituendo latticini e frumento già dalla settimana prima.
  3. Evita di assumere farmaci durante la depurazione, chiaramente a eccezione di farmaci salvavita, andresti ad appesantire il fegato, uno degli organi emuntori principali in un programma detossinante. In caso di sgradevoli mal di testa, mal di pancia, nausea, ricorda che sono sintomi abbastanza frequenti all’inizio del programma ma, se persistono, sii saggia, ascolta il tuo corpo, fai un passo indietro e alleggerisci il programma.
  4. Individua i pattern tossici e ricorrenti. Si tratta di tutte quelle dinamiche tossiche che metti in atto in maniera automatica e con meccanismi inconsci. Qui è molto utile il diario alimentare (vedi punto 1), più sarai precisa, dettagliata e chirurgica nel diario più ti sarà facile individuare quando i pattern si ripetono e analizzare la circostanza da un punto di vista emotivo, emozionale.
  5. Evita tutti gli alimenti surgelati e in scatola, soprattutto di alluminio, si tratta di cibo privo di sostanze nutritive vitali e pertanto totalmente inadeguato per un programma di questo tipo.

 

Ma oltre a queste regole ricordati che la riuscita di un programma detox parte dalla consapevolezza che ci metti tu per prima e quindi prenditi la responsabilità di te stessa, della tua salute, della tua alimentazione, della tua routine quotidiana e schierati in prima persona come alleata vincente per porre solide basi per il tuo futuro.

 

Perché disintossicarsi?

 

Molte persone associano la parola “detox” alla “dieta”, che a sua volta è sinonimo di una vita di privazioni, ma questa è una percezione sen’altro errata che va sfatata fin da subito.

L’obiettivo di un programma detox, infatti, è quello eliminare le tossine che intasano il nostro organismo, non solo a livello alimentare ma anche e soprattutto, a livello fisico ed emotivo, ecco confermata l’importanza delle regole 1 e 4.

Una disintossicazione per essere pienamente efficace deve essere estesa anche a un detox ambientale e digitale per poter rigenerare corpo, mente e spirito, in maniera olistica.

In definitiva il vero scopo e obiettivo di un programma di questo tipo è quello di imparare ad amarsi di più e  a volersi più bene, partendo dalla presa di responsabilità verso la propria salute.

Quando iniziare un programma detox?

 

Un programma detox può essere utile nei periodi più disparati della nostra vita, ed è sicuramente da ripetere con una certa frequenza.

In tutti questi casi ti consiglio comunque ti dedicarti a un programma detossinante:

  • Prima di una dieta dimagrante;
  • In caso di patologie croniche perché significa che l’organismo è intasato di tossine;
  • In primavera per eliminare le tossine accumulate durante la stagione invernale;
  • In autunno per rafforzare l’organismo in previsione delle patologie invernale;
  • Dopo gli eccessi alimentari, come avviene durante le festività e le ferie.

Qualunque sia il motivo che ti spinge ad affrontare un periodo, anche breve, di depurazione fisica ricorda che intraprendere questa strada significa fare spazio al cambiamento per imparare ad ascoltare le esigenze del tue corpo e imparare ad assecondarle. Se una corretta alimentazione è fondamentale per intraprendere il processo, ricorda però, che da sola non è sufficiente, la motivazione è infatti ancora più importante dell’atto depurativo in sé.

E se la motivazione fosse la chiave?

 

La motivazione ti sosterrà anche nei momenti di crisi, momenti inevitabili in qualunque processo di cambiamento. Avere questa consapevolezza è fondamentale per non farti cogliere impreparata e soprattutto perché sentirti troppo scoraggiata dal malessere della crisi potrebbe compromettere il prezioso lavoro di pulizia interiore che sta compiendo attraverso il tuo corpo.