Un organismo pieno di tossine ha un valore nella scala del pH alterato e si dice essere un organismo in acidosi.

Ma perché è importante sapere se il tuo organismo è in acidosi?

Per prevenire ovviamente!

L’acidosi è una condizione molto pericolosa per il nostro organismo, crea infatti sintomi quali, stanchezza, infiammazione nei tessuti, irritabilità, aumento dei radicali liberi, solo per citarne alcuni.

È pertanto più importante di quanto si possa credere riconoscere tali sintomi che possiamo raggruppare nei seguenti disturbi:

  1. Digestivi presta attenzione a bruciori di stomaco, iperacidità, sonnolenza dopo i pasti, difficoltà di digestione in generale, mal di stomaco ricorrente, colore delle feci e gonfiore addominale;
  2. Cutanei pelle secca o al contrario grassa, desquamazione, micosi, mucose arrossate, unghie fragili e capelli che si spezzano, sudorazione eccessiva e mal odorante, dermatiti, pruriti, arrossamenti, vescicole e eruzioni a livello cutaneo.
  3. Nervosi irritabilità, palpitazioni, attacchi di ansia, cefalea a grappolo, emicrania, cefalea muscolo-tensiva, risvegli notturni frequenti (nota a che ora), aggressività in generale.
  4. Osteoarticolari crampi notturni, dolori muscolari di qualunque natura, artrosi.
  5. Apparato endocrino ciclo mestruale irregolare, infiammazioni ai genitali, candidosi, infertilità, problemi alla tiroide, diabete, eccesso di colesterolo nel sangue.
  6. Altro deficit a livello del sistema immunitario, carie, alitosi, stipsi, tendenza alle infiammazioni in generale.

 

Più il valore del nostro pH è alcalino meno sarà la frequenza con cui incorreremo nei sintomi sopra elencati. Ecco perché è importante mantenere il nostro organismo in una situazione di alcalinità.

Il corpo umano è progettato per funzionare al meglio quando è leggermente alcalino.
Per combattere l’acidosi devono essere introdotti maggiori quantità possibili di alimenti alcalini.

 

Alimenti alcalinizzanti

 

Sono raggruppati in questo elenco tutti gli alimenti che andrebbero mangiati per la maggiore perché favoriscono la creazione di un ambiente sano per il nostro organismo:

  • frutta in generale, di stagione, fresca e matura;
  • frutta secca in generale;
  • semi oleosi;
  • ortaggi e verdure di stagione;
  • legumi secchi e di stagione;
  • miele grezzo;
  • olio vegetale non idrogenato;
  • burro ghee.

Alimenti acidificanti

 

Sono raggruppati in questo elenco tutti gli alimenti che andrebbero evitati o consumati con parsimonia:

  • proteine animali (carne e pesce in generale);
  • uova;
  • formaggi;
  • salumi;
  • grassi animali;
  • zucchero bianco e raffinato;
  • farine di grano 00;
  • bibite gassate;
  • caffè;
  • dolcificanti artificiali;
  • superalcolici e vino;
  • alimenti conservati con additivi chimici.

Questo non significa che tu debba diventare vegetariano o vegano ma che dovrai imparare a combinare in maniera intelligente gli alimenti tra di loro e magari preferire una carne di coniglio a quella di pollo!

In generale ricorda la seguente regola: tutti i cibi industriali, elaborati, raffinati (zucchero raffinato ma anche grano 00 raffinato), proteine animali sono veleno per il corpo umano perché lo rendono acido e andrebbero evitati o consumati in quantità ridotte.

Se ti ho convinto a prenderti cura dell’alimentazione, in questo articolo del mio blog, trovi 5 regole d’oro per un programma detox vincente.

Se invece, vuoi scoprire i 5 cibi da evitare, o meglio da sostituire, nell’immediato per iniziare a fare sul serio con la purificazione del tuo organismo, nel mio canale YouTube trovi questo interessante video.

E, se dopo che avrai messo in pratica tutte queste piccole tips, avrai voglia di fare sul serio, all’interno dei miei corsi online, trovi la possibilità di acquistare il “Programma detox alimentare, emotivo e energetico”, dove otterrai:

  1. File pdf con programma detox alimentare, come sostituire i cibi da evitare durante una pulizia fatta come si deve;
  2. File pdf con programma detox emotivo, le emozioni hanno sede nei nostri organi e spesso sono causa primaria dei nostri disturbi;
  3. Video per l’autotrattamento dei punti di reflessologia plantare, per favorire il drenaggio linfatico ed epatico;
  4. Mappa dei punti da trattare;
  5. Video per lo stretching dei Meridiani, con particolare attenzione al Meridiano del Fegato, nostro organo emuntore per eccellenza.