Ci incarniamo in questa vita con il compito di realizzare il nostro destino.

Nella carta Numerologica il nostro sentiero evolutivo, o Dharma, è racchiuso nella vibrazione del numero del Destino e nell’Essenza dell’Archetipo che lo rappresenta.

Realizzare il nostro destino significa rispondere e adempiere a ciò che siamo state chiamate a portare su questa terra, accettando, perciò, ciò che siamo.

Nel nostro inconscio sono già presenti i “semi” per far germogliare ciò che siamo destinate a diventare ma quante volte, per paura, non ci esprimiamo nel modo o lo facciamo in un modo che non è adatto a noi?

 

La domanda è:

“Ci stiamo realizzando a livello più profondo?”

 

Se vogliamo che la risposta sia sì dobbiamo essere disposte ad accettare la qualunque prova che incontreremo sul nostro cammino, dalle più belle alle meno belle.

E soprattutto dobbiamo essere disposte a riconoscere i nostri talenti, mettendoli a servizio, non solo di noi stesse ma anche degli altri.

 

In noi Donne è spesso insita l’incapacità di riconoscere questi talenti, a volte per mancanza di autostima, a volte per mancanza di fiducia in se stesse, quasi sempre perché non ci sentiamo “meritevoli di”.

 

Eppure essere co-creatrici della propria vita, significa semplicemente accogliere ciò per cui siamo state chiamate su questa Terra mettendoci al servizio della sua realizzazione, ognuna con gli strumenti a sua disposizione.

 

Ciò che può fare la vera differenza è essere consapevoli dei propri strumenti e ovviamente delle proprie peculiarità, che sono già contenute nel nome e nel cognome.

Tutto è sotto i nostri occhi, spetta a noi coglierlo e farlo diventare un capolavoro.

Il nostro capolavoro.

 

Realizzare tutto questo non è impresa solo da eroine dei cartoni animati, infatti in linea con il nostro Dharma, il nostro destino in questa vita, c’è una vibrazione che ci fornisce preziose indicazioni sule scelte di vita da compiere per trovare la nostra realizzazione, è il numero della Quintessenza, che rappresenta la nostra vera Natura e che si esprime dopo i trent’anni.

 

È importante vivere il processo, ovvero essere co-creatrici attive di questo viaggio che è la vita.

 

I traguardi non sono poi così importanti perché quando si diventa protagoniste della propria vita si impara che i traguardi provvederanno a sé stessi.

 

Viaggiare significa procedere sotto la superficie delle cose.

È una prerogativa di tutte?

 

E se leggendo questo articolo ti stai chiedendo da quali Archetipi sia dominato il tuo numero del Destino e quello della Quintessenza, per esprimere al pieno te stessa, il consulto Mirzam ti aiuta a conoscere gli Archetipi della tuo tema Natale attraverso la Numerologia perché attivando l’energia degli Archetipi riuscirai a vivere in armonia con la tua vera Natura e ad esprimere i tuoi talenti nel mondo, clicca qui per avere più informazioni.

 

 

“La vita ci indica la strada ma come camminiamo è solo affar nostro.”