“Bisogna sempre sapere quando una fase giunge al termine. Concludere un ciclo, terminare un capitolo, non importa come lo si definisca ma ciò che importa è lasciare nel passato quei momenti di vita che sono finiti.” – Lo Zahir

Se dovessi descrivere in maniera sintetica che cos’è un ciclo di vita all’interno di una Mappa Numerologica, utilizzerei senza esitazione questa citazione di Paulo Coelho.

Se osserviamo la Natura fuori dalla finestra, ci accorgiamo senza indugio che l’Autunno è alle porte.

Qui al Nord il calore del sole mattutino ha già lasciato spazio alla brezza autunnale e nell’armadio i sandali lasciano spazio alle scarpe chiuse.

Eppure, mentre scrivo queste righe, non c’è nostalgia.

La Natura, che per me è un’ottima Maestra, mi ha insegnato una lezione importante: anche la vita umana, esattamente come accade in Natura, è scandita da cicli.

A livello Numerologico possiamo poi approfondire i cicli, che sono governati da particolari Archetipi, per sintonizzarci al meglio con l’Energia che ci governa in dati anni della nostra vita, che sono in un certo senso prestabiliti a seconda del nostro personale numero del Destino.

Ogni ciclo è governato da un Archetipo perché rappresenta una particolare lezione su cui stiamo lavorando, sintonizzarci ci permette di cogliere tutte le opportunità ma anche tutte le sfide verso cui tenderemo.

M a attenzione, come ripeto spesso, non è una predizione. Ovvio nella creazione della nostra storia personale l’imprinting energetico si verifica nei primissimi anni di vita, non a caso il primo ciclo di vita è definito “Formativo”. L’Archetipo che si attiva in questi anni infatti offre una prima chiave di lettura circa il progetto di vita che siamo stati chiamati a realizzare in questa incarnazione.

I successivi cicli, che sono rispettivamente quello della “Crescita”, quello “Produttivo” e quello “del Raccolto”, ci avvicinano in fase crescente sempre di più allo scopo per cui siamo tornati su questa Terra. Se ciò che siamo chiamati a integrare sul piano materiale è molto diverso dalla nostra vera natura ci sembrerà di essere costretti a muoverci in contesti che non sono in sintonia con la nostra vera Essenza.

Ma accogliere e integrare le lezioni del nostro progetto di vita significa rispondere alla chiamata dell’Anima e esprimere finalmente il nostro vero talento.

Ogni ciclo, a sua volta, si suddivide in sottocicli di 9 anni, che, in attinenza con l’Archetipo attivato, ci chiedono di entrare in connessione con una precisa energia anno dopo anni, per raggiungere il suo culmine negli ultimi due anni. Non a caso si parla di “crisi del settimo anno”, poiché il 7 rappresenta la prima fase di apprendimento, che evolve sul piano materiale nel numero 8 per poi completarsi nel numero 9.

Ritornando alla Natura mi piace utilizzare la storia del seme per spiegare con più chiarezza e facilità l’importanza di conoscere il proprio ciclo di vita e i suoi sottocicli, e quindi di come danzare in armonia con essi per realizzarci come individui e come esseri umani.

Quando nasciamo racchiudiamo al nostro interno tutte le potenzialità, esattamente come il seme, che possiede al suo interno tutto il corredo necessario per diventare un grande albero, ma nessuno di noi è in grado di dire come si evolverà questo potenziale perché molto dipenderà dall’ambiente in cui il seme cadrà o verrà piantato.

Come il seme ha bisogno di una terra ben concimata e adatta alla sua natura così l’essere umano ha bisogno di cure adatte e di un ambiente confortevole e amorevole che lo nutra e lo sostenga, per permettere alla sua vera natura di esprimersi.

Immagina di piantare un cactus in montagna, potrebbe mai esprimere la sua natura intrinseca?

Se invece lo piantassi in un deserto potrebbe esprimere il meglio del suo potenziale e quindi la sua vera Essenza.

Lo scopo dell’esistenza è proprio quello di individuarsi, ovvero di scoprire il proprio potenziale fino a trovare l’espressione autentica della propria Essenza unica e speciale.

Come esseri umani abbiamo l’immensa fortuna di poter utilizzare, e sfruttare a nostro vantaggio, non solo le caratteristiche del nostro Archetipo personale ma anche l’energia dei Pianeti, associata a sua volta a ogni sottociclo, come un’intensa rete di associazioni che ti permetteranno di scoprire e liberare tutte le energie racchiuse al tuo interno.

Vuoi conoscere anche tu la storia del seme per danzare in armonia con i tuoi sottocicli e con l’energia dei Pianeti?

Clicca sul BOTTONE “LA STORIA DEL SEME”, iscrivendoti alla mia Newsletter, “Passi di Luce”, la riceverai!

La storia del seme