“L’evoluzione à la legge della vita. Il numero è la legge dell’universo. L’unità è la legge di Dio.”

I saggi Sufi affermavano che i fatti più importanti della vita di un individuo si manifestano a cavallo dei settenari.

In biologia si afferma che, ogni sette anni, le cellule, tranne quelle del sistema nervoso, si rinnovano ogni sette anni.

In psicologia ogni sette anni avviene l’evoluzione temporale individuale e famigliare o comunque del contesto sociale di appartenenza.

In Numerologia il settimo anno indica la crisi che l’essere umano attraversa per dirigersi verso il vero e proprio cambiamento che avverrà nel ciclo 9, e quindi il nono anno.

Il numero sette è considerato mistico da tutte le religioni del mondo, sette sono i Pianeti, sette i sacramenti, sette le braccia del candelabro ebraico, sette sono i chakra nella filosofia indiana, sette sono i cicli di sviluppo femminili secondo la Medicina Cinese.

Riprendendo le parole dei Saggi Sufi, se dovessi rappresentare una Mappa della tua vita al cui interno inserire gli elementi chiave, ti chiederei di spostare la tua attenzione alle seguenti tappe della tua vita: 7 – 14 – 21 – 28 – 35 – 42 – 49….. e di riportare gli eventi salienti accaduti in quegli anni o che in qualche modo hanno gravitato intorno a questi anni per poi, manifestarsi anche dopo durante il processo di pulizia e di chiusura. Come a dire che il numero sette rappresenta l’apice, la punta dell’iceberg, di un lavoro di manifestazione iniziato molto prima per concludersi nei giusti tempi individuali.

Questo esercizio è utile non solo per soffermarsi sugli eventi, postivi o negativi della nostra vita, e quindi per comprendere le chiavi di svolta che ci hanno permesso di girare la chiave nel cruscotto o di premere l’acceleratore per dare quella svolta che aspettavamo da tempo, alla nostra vita, ma è soprattutto utile per comprendere le caratteristiche specifiche e le influenze di ciascuna età.

A comprova di questa tesi c’è la teoria degli Archetipi di Jung, secondo cui le fasi fondamenti della nostra vita, ovvero infanzia, adolescenza, età media, maturità e saggezza sono fasi fondamenti per la crescita e lo sviluppo dell’integrità umana.

Molti autori hanno poi associato alle fasi citate da Jung delle vere e proprie figure archetipali che, dialogando direttamente con l’inconscio collettivo, rappresentano il Viaggio dell’Eroe, ovvero il viaggio per la nostra realizzazione come Anime che hanno deciso di compiere un’esperienza terrena.

Vediamo insieme le principali tappe:

  1. La preparazione ovvero l’imprinting energetico che assimiliamo dai genitori o da chi ci cresce, dal contesto famigliare, sociale e culturale intorno a noi. E’ la fase in cui siamo più ricettivi e in cui si crea il terreno per le ferite che dovranno poi essere curate nel corso della vita. Comprende gli Archetipi dell’Innocente, dell’Orfano, del Guerriero e dell’Angelo Custode.
  2. Il viaggio, in quanto esseri adulti si inizia a fare esperienza del mondo. Comprende gli Archetipi dell’Amante, del Cercatore, del Creatore e del Distruttore. In questa fase il Distruttore rappresenta la “crisi”e si manifesta intorno al quarantanovesimo anno di età. Lo scopo è tagliare e lasciar andare tutto ciò che non è utile all’evoluzione. Si parla di metamorfosi perché la persona si prepara per fare esperienza mistica, spirituale del mondo staccandosi sempre di più da tutto ciò che è l’esperienza materiale del mondo.
  3. Il ritorno, è il momento di condividere l’arricchimento che si è appreso nella fase precedente e di contribuire a rendere il mondo un posto migliore. Gli Archetipi che si manifestano in questa fase sono il Mago, il Sovrano, il Saggio, il Folle. La vita diventa quindi un ciclo di celebrazione dove il Folle rappresenta la caratteristica della gioia tipica del bambino e quindi un ritorno alle origini, da cui il famoso detto che gli anziani diventano nuovamente bambini.

 

Le parole chiave del viaggio dell’eroe

Parafrasando il viaggio dell’eroe si ottengono delle parole chiave che ci accompagnano durante queste fasi e che, soprattutto non si riducano sempre a cambiamento e trasformazione.

Le riassumo così:

  • Sacrificio e adattamento nella prima fase dove riceviamo l’imprinting energetico senza tuttavia essere consapevoli di noi stesse e dei nostri talenti;
  • Metodologia e Cuore nella seconda fase apprendiamo una metodologia per affrontare la vita fino a comprendere che senza l’elemento del calore che solo il cuore può sprigionare la metodologia, per quanto necessaria, è priva di anima;
  • Bravura e Competenze nella terza fase siamo davvero consapevoli di noi stessi e dei nostri Talenti e possiamo offrire concretamente il nostro aiuto o almeno la nostra Visione al mondo.

I cicli sono tappe di vita il cui apice trova manifestazione nel settimo anno di vita, da cui il famoso detto della crisi del settimo anno, che si può manifesta in tutte le aree della nostra vita ma con l’unico scopo di avvicinarci sempre di più al nostro scopo di vita.

Traccia la tua Mappa di vita, così fai un viaggio a ritroso nei ricordi della tua vita, è importante individuare le pietre miliari della nostra esistenza senza le quali non saremmo chi siamo oggi, ricordandoci le cose che ci incuriosivano da bambini e quelle che ci hanno resi più soddisfatti e orgogliosi di noi.

Cliccando sul bottone qui sotto potrai scaricare e completare la tua Mappa della vita personale e rispondere a qualche domanda per rievocare la bellezza e la saggezza della vita, che con le esperienze ti ha portato o forse ti sta conducendo esattamente dove sei destinato a essere!

La Mappa della mia vita